La Sicilia – 29-30 novembre 2007

30 novembre 2007

LA PROCURA HA CHIESTO LA SOSPENSIONE DELL’ING. D’URSO

<< Contro di me una persecuzione >>

Dimissioni. Anzi no. Forse. Non si sa. E’ stata una serata scandita da decisioni opposte quella dell’ingegnere Tuccio D’Urso direttore (o ex?) dell’Ufficio progetti di Finanza del Comune. Alle 15.30 aveva fatto sapere tramite il suo legale, Carmelo Galati, di essere dimesso dagli incarichi al Comune, quello di direttore dell’ufficio progetti Finanza e quelli di Rup (responsabile unico del procedimento) dei nove parcheggi da realizzare con il project financing che gli hanno fruttato, fino ad ora, l’accusa di abuso d’ufficio aggravato (assieme al sindaco Scapagnini ed altre quattro persone).

D’Urso si difende e accusa.
<< Massoneria>>, << illustri trombati>>, << servizi segreti>>, << consiglieri comunali in cerca di notorietà>>, << eccellenze varie sensibili al fascino di ex ministri>>, << magistrati con il dente avvelenato>>.
Ne ha avuto per tutti l’ingegnere Tuccio D’Urso nella conferenza stampa tenuti ieri mattina all’entrata del cantiere di piazza Europa, luogo simbolo dei suoi guai giudiziari.

Scarica l’articolo completo.

Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on Twitter
Postato nella categoria Press Area, Rassegna stampa, Stampa
CHIUDI
CLOSE